Prataioli

IL CAPITANO
Sergio Mancini,
 

IL VICE-CAPITANO
Manuela Ciolfi,
 

IL RAPPRESENTANTE DEL POPOLO
Roberto Generali,
 

IL CASSIERE
Carlo Dionisi,

 

LA SEGRETARIA
Sabrina Rossi,

 

IL CONSIGLIO
Il Consiglio del Prato è composto da 6 membri scelti dal Capitano. I membri del Consiglio sono:
Riccardo Casini
– Bianca Noli
– Giulia Romanini
– Emanuele Nannetti
– Marcello Zali
– Vilma Grappi
Altri consiglieri senza diritto al voto:
– Federica Petrossi
– Giada Buffi
– Roberto Papini
– Giada Giudotti
– Rebecca Marconi

Il Consiglio, con riunioni periodiche convocate dal Capitano si riunisce per apprendere le nuove decisioni prese dall’E.A.B. (Ente Autonomo Barbarossa) , per decidere le attività degli allenamenti in preparazione alle gare e decidere le iniziative inerenti la Festa del Barbarossa e i piani di spesa.

 

LA CUCINA
La cucina ha un ruolo importante nella vita del Quartiere. Lo stand gastronomico allestito dal Quartiere Prato durante la Festa è da provare: se da un lato c’è l’unicità del luogo dove vengono posizionati i tavoli per assaporare i cibi grazie al bellissimo giardino sottostante le mura sanquirichesi, dall’altro c’è la prelibatezza dei piatti tipici valdorciani preparati dalle ormai espertissime cuoche e dagli espertissimi addetti al braciere. Oltre ad offrire il piatto tipico del nostro paese, le chiocciole, si avvicendano lungo le tavole di chi a scelto il Quartiere Bianco-Verde per gustare un prelibato pranzo o una deliziosa cena i crostini di milza, i pici, la zuppa di pane, gli arrosti alla brace, la trippa e dolci.

Nominare tutte le cuoche che si sono avvicendate dentro le cucine Prataiole sarebbe impossibile e rischieremmo di tralasciarne qualcuna quindi mensioniamo la responsabile cuoca attuale Grappi Vilma.

 

GLI ALFIERI
Sono coloro che portano la bandiera. Nelle gare del “Barbarossa” sono quattro per ogni Quartiere e, rispettando il regolamento dell’E.A.B., nel “Campo delle Armi” eseguono la loro esibizione che dura circa 8 minuti facendo volteggiare le bandiere in aria ed eseguendo giochi spettacolari di fronte ad una giuria popolare che ne giudicherà la bravura.

Gli Alfieri nella storia del Prato: Roberto Bai, Matteo Bardi, Lorenzo Bartoli, Antonio Belardi, Leonardo Belardi, Irald Berdai, Antonio Bisdomini, Costantino Bisdomini, Sauro Cerretani, Roberto Chechi, Carlo Dionisi, Paolo Fineschi, Alessandro Generali, Roberto Generali, Gianni Giannetti, Marcel Kabili, Andrea Landi, Gianluca Machetti, Mattia Marconi, Sergio Marroni, Angelo Melani, Giuseppe Melani, Riccardo Meocci, Michele Monaci, Roberto Papini, Andrea Pasquetti, Simone Pasquini, Luigi Pezzino, Giacomo Pistoi, Gianni Pistoi, Walter Rappuoli, Samuele Romanini, Vladimiro Rossi, Moreno Saletti, Alessandro Tocci, Nicola Turchi, Stefano Tarparelli, Alvio Vela
Gli ultimi Alfieri che hanno partecipato alle gare: Silvio Bernetti, Claudio Bertoncini, Francesco Generali, Alessandro Melani.
Gli Alfieri del “Barbarossa de’Citti”: Alessandro Melani, Francesco Generali, Valerio Maio, Leonardo Magrini, Federic Fabbro, Guillermo Ivaldi

 

GLI ARCIERI
Sono coloro che praticano il Tiro con l’Arco. Nelle gare del “Barbarossa” sono due per ogni Quartiere sfidandosi con cinque frecce a testa e un tempo di tiro a girone di 2 min. e 30 sec. ad una distanza dal bersaglio di 20 metri.

Gli Arcieri nella storia del Prato: Andrea Bartolommei, Simone Bernetti, Alessio Brandini, Rossano Bisdomini, Marino Caporali, Gino Chechi, Giulio Chechi, Ivo Cioli, Andrea Dionisi, Carlo Dionisi, Giovanni Falciani, Marco Generali, Massimiliano Governi, Celso Lazzaretti, Sergio Mancini, Claudio Mangiavacchi, Andrea Marcucci, Sergio Marroni, Fabio Mascelloni, Roberto Mascelloni, Riccardo Monaci, Manuel Mazzini, Salvatore Papini, Massimo Pii, Fabio Rossi, Federico Rossi, Vinicio Tocci, Cesare Turchi, Cesare Zamperini
Gli ultimi Arcieri che hanno partecipato alle gare: Simone Mancini, Alvio Vela
Gli Arcieri del “Barbarossa de’Citti”: Niccolò Costantino, Marco Chechi, Lorenzo Pierguidi.

 

IL TAMBURINO
E’ colui che scandisce il tempo ed il ritmo durante il corteo storico per le vie del paese e durante l’esibizione degli alfieri nel “Campo delle Armi” con il tamburo dipinto dei colori del Quartiere. La sbandierata acquista sapori medievali e toni spettacolari grazie al suono che la accompagna nelle gare.
I Tamburini nella storia del Prato: Lorenzo Anselmi, Rosildo Capitoni, Alessandro Meacci, Andrea Marcucci, Paolo Savelli, Luca Vagnoli.
L’ultimo Tamburino che ha partecipato alle gare : Ivan Zali
Tamburino del “Barbarossa de’Citti”: Giulia Pistoi

 

I PRATAIOLI
Tutti coloro che tifano il Quartiere Prato e i suoi colori Bianco-Verdi durante il Barbarossa e lo sostengono fieri, tutti coloro che si mettono il fazzoletto Bianco- Verde, tutti coloro che urlano quando il Quartiere si esibisce, tutti coloro che con il cuore in gola attendono l’esito delle gare, tutti coloro che danno una mano per allestire gli stand, tutti coloro che servono durante le cene, tutti coloro che cucinano, tutti coloro che partecipano alle riunioni, tutti coloro che si preparano per le gare, tutti coloro che insegnano…….. insomma tutte le persone che, anche sottovoce o magari fra se e se, dicono: FORZA PRATO!!!